In Evidenza

    • In Europa non sanno cos’è la mafia

      Gian Carlo Caselli

      cedu ergastolo Per i mafiosi irriducibili al 41 bis, non pentiti, la riforma dell’ergastolo ostativo significherebbe aprire loro spazi di libertà. Una falla nell’antimafia La “Grande chambre”, respingendo il ricorso del Governo italiano, ha di fatto confermato in via definitiva quel che la CEDU (Corte europea dei diritti dell’uomo)...

      Leggi

    • Anna e Daphne: due vite, un unico filo rosso

      Lorenzo Frigerio

      prova 8 Il calendario della memoria e dell’impegno può giocare brutti scherzi, quando a distanza ravvicinata di pochi giorni si ricordano due vittime che hanno profili professionali e vite molto simili, tanto da poter essere descritte con le stesse parole. È questo il caso di Anna Politkovskaja...

      Leggi

Editoriale

    • I gravi errori della CEDU

      Davide Mattiello *

      schifani Un altro grave errore delle Corti europee. La sentenza di ieri che accoglie il ricorso dell’ndranghetista Viola contro l’ergastolo ostativo è lontana dalla realtà e non perchè il mafioso debba “marcire in carcere” ma perchè lo Stato Italiano, che non è Dio, ha stabilito fin...

      Leggi

    • La politica fa schifo?

      Rocco Artifoni

      BIlancio-Partecipato Tagliare le poltrone: così facendo si risparmieranno 500 milioni di euro. È questo lo slogan usato per spiegare il senso della legge di revisione costituzionale che riduce da 945 a 600 il numero dei parlamentari. Una motivazione assai discutibile. Se la politica viene considerata un...

      Leggi

NEWS

alpirostagno-1-690x362

Da Trapani a Mogadiscio per la pericolosa via dell’archiviazione

Rino Giacalone * . in Caso Alpi-Hrovatin, Giustizia

La scorsa settimana il Gip del Tribunale di Roma ha respinto la richiesta d’archiviazione per il duplice omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin e disposto nuove indagini. Per il sociologo e giornalista Mauro Rostagno, invece, a quasi venticinque anni dal delitto, si è celebrato un processo in Corte di Assise a Trapani ed ora che ne sono […]

24288turchia

Rete Disarmo: stop ad armi italiane alla Turchia dopo bombardamenti in Siria

Rete Italiana Disarmo . in Associazioni

Libera e Gruppo Abele aderiscono all’appello della Rete Italiana per il Disarmo. Forte preoccupazione per le notizie che giungono dalle aree controllate dalle forze curde. La Turchia è uno dei principali clienti dell’industria bellica italiana: nel 2018 autorizzati 360 milioni di euro di vendite. La Rete Italiana per il Disarmo esprime forte preoccupazione per le notizie […]

festivalgiornalismolibero

Festival del giornalismo libero – Apertura e conferenza “Libertà di parola”

Redazione . in Giovani, Informazione

Pubblichiamo, grazie a Radio Radicale, le immagini della conferenza “Libertà di parola” che si è svolta a Roma, alla Sapienza Università di Roma, il 9 ottobre u.s. nell’ambito del Festival del giornalismo libero dal titolo “I media in rassegna. Informarsi, pensare scegliere”. ‘Libertà di parola’ – Moderano Carlo Picozza e Massimo Razzi. Con Carlo Verdelli (direttore de […]

illuminare le periferie

Presentato a Bologna il rapporto “Illuminare le periferie”

Fnsi . in Emilia-Romagna, Informazione

Un’occasione di confronto sulla televisione come mezzo di informazione e su come questo media ‘copre’ le notizie oltreconfine, soprattutto dalle periferie dimenticate del mondo. Studenti, giornalisti, Ong, ricercatori e insegnanti si sono confrontati all’Università di Bologna Alma Mater Studiorum sui dati 2019 del rapporto ‘Illuminare le periferie’, curato dall’Osservatorio di Pavia e realizzato da Fnsi, […]

Individuati-13-Paesi-sicuri-espulsioni-e-rimpatri-facili-dei-richiedenti-la-protezione-internazionale-777x437

Rimpatri e “paesi sicuri”, continua la propaganda

Piero Innocenti . in Migranti, SIcurezza

Alcuni giorni fa il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha annunciato, esultando, che i rimpatri degli stranieri irregolari dal nostro Paese verso quelli di origine aumenteranno a breve grazie al decreto che ha adottato di concerto con i Ministri dell’Interno e della Giustizia. Si tratta di uno stringato provvedimento (4 articoli in […]

rino-giacalone

Informazione sotto accusa, il giudice assolve Giacalone

Redazione . in Informazione, Mafie, Sicilia

Il giornalista trapanese Rino Giacalone era stato querelato dal castelvetranese Gaspare Allegra, per un reportage pubblicato sul mensile d’inchiesta “S”. Il Tribunale lo ha assolto e respinto la richiesta di un rilevante risarcimento. “Salvaguardato e protetto il diritto/dovere ad informare”. La terza sezione penale del Tribunale di Palermo ha assolto il giornalista Rino Giacalone – […]

«Brusca sciolse mio figlio nell’acido, non lo perdonerò mai»

«Brusca sciolse mio figlio nell’acido, non lo perdonerò mai»

Sandro Ruotolo . in Mafie

Santino Di Matteo è il primo pentito di mafia ad aver raccontato la strage di Capaci. Per metterlo a tacere, Totò Riina e Giovanni Brusca sciolsero nell’acido suo figlio Giuseppe. Dopo 23 anni di carcere, la Corte di Cassazione ha negato i domiciliari per Brusca nonostante il parere favorevole della Procura Antimafia. «Io e Brusca […]

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link