NEWS

La morte del banchiere Calvi: le verità accertate, gli interrogativi tuttora senza risposta

Luca Tescaroli * . in Chiesa, Corruzione, Criminalità, Giustizia, Mafie, Memoria

Scopo di questo scritto è ricostruire, a distanza di un quarantennio, gli esiti giudiziari dei complessi e articolati accertamenti compiuti, a seguito della morte del banchiere Roberto Calvi, che hanno consentito di stabilire che si è trattato di un omicidio. Esso è ancorato a quanto accertato dalle Corti che si sono occupate della trattazione del […]

Le letture dell’infanzia. Non è solo evasione perché quei libri servono per capire il futuro

Nando dalla Chiesa . in Cultura, Diritti, Giovani, Istituzioni, Memoria, Società

Ma qualcuno ha mai letto “Andersen”? Immagino, a spanne, che la quasi totalità dei lettori di “Storie Italiane” non l’abbia mai letto e non sappia nemmeno che si tratti di una rivista. Nessuna pubblicità indebita, sia chiaro. Piuttosto la voglia di richiamare la nostra attenzione su un mondo, quello dell’infanzia, lasciato regolarmente ai margini delle […]

Strage di Ustica. Chi ha lanciato il colpo che ha spezzato la vita a 81 innocenti cittadini?

Daria Bonfietti * . in Criminalità, Diritti, Emilia-Romagna, Giustizia, Memoria, Politica

Un altro anniversario della Strage di Ustica (27 giugno 1980) e sempre la stessa domanda, sempre più pressante: chi ha effettivamente lanciato il colpo che ha spezzato la vita a 81 innocenti cittadini? Chi ha colpito la dignità di un Paese che ha visto violati i confini e il diritto alla vita dei suoi cittadini? […]

Milano 27/6: flash mob a Piazza Prealpi, nel nome di Lea Garofalo

Redazione . in Associazioni, Brevi, Criminalità, Cultura, Giovani, Istituzioni, Lombardia, Mafie, Memoria, Società

“Ci sentiamo offesi, non solo a Milano ma in tutto il Paese, per questo atto di vigliaccheria e oltraggio alle donne vittime di violenza e in particolare alla memoria di Lea Garofalo. Per la quarta volta la panchina rossa dedicata a Lea in piazza Prealpi, è stata danneggiata e bruciata la notte del 22 giugno. […]

Bruno Caccia, ucciso dalla ‘ndrangheta per uno sgarbo. Alla verità giudiziaria mancano tasselli

Davide Mattiello . in Criminalità, Giustizia, Istituzioni, Mafie, Memoria, Piemonte

C’era una unica smagliatura nella sicurezza del magistrato Bruno Caccia: la passeggiata con il cane a tarda sera, sotto casa, in Via Sommacampagna a Torino, per il resto scorta e naturale riservatezza lo stavano a proteggere. Ma il commando di ‘ndranghetisti riuscì ad infilarsi in quell’unica smagliatura e ad assassinare il giudice il 26 giugno del 1983: una pioggia di proiettili […]

Fermate Borsellino

Fuori Tg-Tg3 . in Corruzione, Giustizia, Informazione, Mafie, Memoria

Paolo Borsellino doveva essere fermato. Ma la mafia non fece tutto da sola. C’era chi lo voleva morto e chi lo abbandonò, anche tra quanti gli erano vicini: i figli del magistrato hanno raccolto le sue parole e i ricordi, lanciando una richiesta di giustizia e verità. La strage di via D’Amelio, una strada di […]

“Sono stati gli alieni?”, 42° anniversario della strage di Ustica

Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica . in Associazioni, Brevi, Criminalità, Emilia-Romagna, Giustizia, Memoria

“Sono stati gli alieni?”, 42° anniversario della strage di Ustica Rassegna Attorno al Museo 27 giugno – 10 agosto 2022 Parco della Zucca | Via di Saliceto 3/22, Bologna Ricorre il 27 giugno 2022 il quarantaduesimo anniversario della Strage di Ustica, che causò la morte di 81 persone in viaggio tra Bologna e Palermo su un […]

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

LaViaLibera

logo Un nuovo progetto editoriale e un bimestrale di Libera e Gruppo Abele, LaViaLibera eredita l'esperienza del mensile Narcomafie, fondato nel 1993 dopo le stragi di Capaci e via D'Amelio.

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link