NEWS

Campania, associazione medici: dati evidenziano rischi salute

Fonte: Adnkronos il . Brevi

Ci sono le prove di un aumento dei casi di tumore nei distretti della Terra dei fuochi, che necessitano di una cooperazione chiara, e non negazionista, tra istituzioni, medici e associazioni». Lo afferma Gaetano Rivezzi, presidente dell’Isde (Associazione medici per l’ambiente) Campania, che oggi insieme ai colleghi dell’associazione sarà ascoltato dalla Commissione Sanità del Senato nel corso dell’indagine conoscitiva sull’inquinamento ambientale e l’incidenza tumori. «Abbiamo già a disposizione una fotografia del rischio oncologico dei distretti che gravitano nella Terra dei fuochi – spiega Rivezzi all’Adnkronos Salute – grazie ai codici ’048′ dei medici di famiglia, ovvero le richieste di esenzione al Servizio sanitario nazionale (Ssn) per persone con patologie tumorali. Ebbene, in alcuni distretti c’è stato un aumento del 300% di queste malattie in pochissimi anni. L’esempio più eclatante è il distretto di Frattamaggiore, 5 comuni con un bacino di 100 mila abitanti: qui i medici hanno registrato 136 casi nel 2008 diventati 420 nel 2012. Poi ci sono i numeri del distretto di Casalnuovo – precisa – qui i codici 048, cioè le persone con un tumore, passano da 384 a 622 in 5 anni. Quasi il doppio». Dati alla mano, i medici dell’Isde lanciano un appello al ministro della Salute Lorenzin: «Ci aspettiamo che la Lorenzin possa individuare in noi un elemento di collegamento con la base sanitaria della Campania. E si inizi davvero – conclude Rivezzi – a lavorare per dare una risposta alla popolazione sempre più preoccupata per i casi di tumori. Non è più tempo per rimandare interventi

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link