NEWS

Campobello di Mazara, nel paese l’ultimo covo del boss

Rino Giacalone . in Forze dell'Ordine, Giustizia, Mafie, Sicilia

È stato individuato dai Carabinieri. L’abitazione di Matteo Messina Denaro, a un tiro di schioppo da quella del fratello, Salvatore, l’ex bancario della Banca Sicula dei D’Alì. Notte di interrogatori. E di ricerche. Alla fine i Carabinieri dei Ros e del Comando provinciale di Trapani hanno trovato il nascondiglio di Matteo Messina Denaro. Una casa […]

Danilo Dolci. Al via Comitato per la rinascita del centro di formazione Borgo di Trappeto

Bruna Alasia . in Cultura, Diritti, Giovani, Memoria, Politica, Sicilia

Danilo Dolci e i suoi collaboratori idearono nel 1968 il centro di formazione “Borgo di Trappeto”, sulla collina sovrastante l’omologo villaggio di pescatori che si affaccia sul golfo di Castellammare. Il borgo fu utilizzato per decenni a livello internazionale per la formazione qualificata, con il metodo maieutico, che Dolci sviluppò su base socratica. Funzionò fino […]

“La trappola dell’azzardo”: cinque tappe da Torino a Palermo

Avviso Pubblico . in Brevi, Campania, Economia, Istituzioni, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Sicilia

Cinque città, dieci incontri, un Vademecum sul gioco on-line, centinaia di studenti e cittadini coinvolti in un percorso di conoscenza e consapevolezza del gioco d’azzardo patologico, con la costruzione di strumenti utili a individuare i rischi, le insidie e i pericoli di un fenomeno sempre più diffuso tra ampi strati della popolazione. A partire dal 24 gennaio e fino al […]

Non era un supereroe

Tonio Dell'Olio . in Cultura, Giovani, Giustizia, Mafie, Sicilia

Quell’uomo stretto tra gli agenti del Ros all’uscita di una clinica palermitana non sembrava potente e tantomeno invincibile. A furia di dipingerlo come padrino imprendibile, rischiava di apparire, alle menti meno provviste, come un supereroe. E invece eccolo col capo chino, passo normale ed espressione rassegnata dipinta sul volto. Se non ha trattato la sua […]

Messina Denaro, ora speriamo che non inizi lo stesso spettacolo visto con Riina e Provenzano

Davide Mattiello . in Forze dell'Ordine, Giustizia, Istituzioni, Mafie, Politica, Sicilia, Società

E adesso che è stato arrestato l’ultimo “campiere” cosa succederà? Mentre leggevo dell’arresto di Matteo Messina Denaro su Il Fatto Quotidiano subivo uno strano effetto ottico: sulla colonna di sinistra, quella dei blog, campeggiava il post di Gian Carlo Caselli dedicato all’arresto di Totò Riina, giusto trent’anni prima. A volte le coincidenze! Ma non voglio indugiare sulle suggestioni: sono certo che […]

Il tumore che ha “ucciso” la latitanza di Matteo Messina Denaro

Rino Giacalone . in Corruzione, Forze dell'Ordine, Giustizia, Istituzioni, Mafie, Politica, Sicilia

Siamo in un Paese in cui la cosa più democratica resta il cancro che non guarda in faccia a nessuno. Indagato sarebbe un medico di Campobello di Mazara: appartiene alla massoneria A guardare il volto del capo mafia latitante, che richiama alla memoria il quasi perfetto identikit, che sui giornali è stato proposto in questi […]

Libera: “La lotta alla mafia non si arresta con Matteo Messina Denaro”

Luigi Ciotti . in Forze dell'Ordine, Giustizia, Mafie, Memoria, Sicilia

Abbiamo appena ricordato il trentesimo anniversario dell’arresto di Totò Riina, e oggi ci arriva la bella e confortante notizia dell’arresto, dopo trent’anni di latitanza, di Matteo Messina Denaro, una notizia di cui essere felici ed è giusto, anzi doveroso, il riconoscimento alle Forze di polizia e alla Procura, che per tanti anni, con sforzo e impegno incessanti, […]

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

LaViaLibera

logo Un nuovo progetto editoriale e un bimestrale di Libera e Gruppo Abele, LaViaLibera eredita l'esperienza del mensile Narcomafie, fondato nel 1993 dopo le stragi di Capaci e via D'Amelio.

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link