NEWS

L’Italia ricorda la strage di Via D’Amelio

Paolo Borsellino, la stagione breve

Csm, 19 luglio Plenum con Capo dello Stato e atti Borsellino

GLI APPUNTAMENTI DI PALERMO

A) 19 LUGLIO 1992

stragi-di-stato

B) ASSOCIAZIONE CULTURALE FALCONE E BORSELLINO

20170717-in-che-stato-e-la-mafiaIn che Stato è la mafia? 17 luglio, Palermo

Palermo, lunedì 17 luglio 2017 ore 20, presso l’Atrio della Facoltà di Giurisprudenza (via Maqueda, 172) in occasione dell’anniversario della strage di via d’Amelio avrà luogo la conferenza “In che Stato è la mafia?”, organizzato dall’Associazione culturale Falcone e Borsellino in collaborazione con la Rete Universitaria Mediterranea e ContrariaMente.

A 25 anni dalla bomba che uccise Paolo Borsellino insieme agli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, resta ancora senza volto chi, dietro Cosa nostra, volle e ordinò l’eliminazione del magistrato a soli 57 giorni dalla strage di Capaci. Ferite ancora aperte, che non potranno essere sanate fino a che non sarà data piena risposta a questi interrogativi irrisolti.

Interverranno in qualità di relatori Nino Di Matteo, sostituto procuratore nazionale antimafia; Giuseppe Lombardo, procuratore aggiunto di Reggio Calabria; Gianfranco Donadio, magistrato e attuale componente della commissione Moro; Antonio Ingroia, avvocato ed ex pm di Palermo; Saverio Lodato, giornalista e scrittore; Salvatore Borsellino, fondatore del movimento Agende Rosse e fratello di Paolo Borsellino; e il direttore di ANTIMAFIADuemila Giorgio Bongiovanni. La conferenza sarà moderata dallo scrittore e giornalista Maurizio Torrealta.

L’ingresso è libero!

La conferenza sarà trasmessa in diretta streaming

L’evento facebook.com/events/473127236371450

C) CENTRO STUDI PAOLO BORSELLINO

In memoria della Strage di Via D’Amelio 17-18-19 luglio 2017

header sito

IN MEMORIA DELLA STRAGE DI VIA D’AMELIO

Quale eredità riceviamo in consegna, a venticinque anni dalle stragi del ’92, in termini di crescita umana e civile, di cittadinanza attiva, di partecipazione e potenziamento della coscienza civica? Nel solco tracciato dal giudice Paolo Borsellino, nella prospettiva di un passato che necessariamente transita verso il futuro (Natoli), non può mancare, oggi più che mai, un ordine di valutazione da riferire ad un corrispettivo mutamento nella qualità dell’esperienza del tempo.

PROGRAMMA DEGLI EVENTI

17 luglio 2017 ore 16.30 – 19.00
Sala Lanza dell’Orto Botanico di Palermo
L’EREDITÁ DELLA MEMORIA.
Convegno nazionale interdisciplinare.
APRE L’EVENTO
Ad aprire l’evento – che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Palermo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi che sostiene il Centro studi, dell’Università di Palermo, Catania e Enna, di Rai Sicilia, della Siped, del coordinamento di Nati per leggere – saranno il rettore di Palermo Fabrizio Micari, il prorettore di Catania Giancarlo Magnano San Lio, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Pres. Della Fondazione CR di Carpi, Giuseppe Schena e Rita Borsellino.

INTERVENTI
Simonetta Ulivieri, Pres. SIPED e Docente di Pedagogia presso l’Università degli Studi di Firenze, Vincenzo Guarrasi, Docente di Geografia presso l’Università degli Studi di Palermo; Nando Dalla Chiesa, Pres. onorario di Libera e Docente di Sociologia presso l’Università degli Studi di Milano, Salvatore Cusimano, Direttore Rai Sicilia; Maria Tomarchio, Vicepresidente del Centro studi “Paolo Borsellino” e Docente di Pedagogia presso l’Università degli Studi di Catania.

Scarica la locandina del convegno L’eredità della memoria

17 luglio 2017 ore 21.00 – 23.00
Biblioteca comunale di Palermo in Casa Professa
LEGAMI DI MEMORIA. DIRITTI E ACCOGLIENZA IN TERRE DI MAFIA. A 25 ANNA DALLE STRAGI. A cura di Arci Palermo e Centro studi “Paolo Borsellino”
Intervengono
Yodit Abraha, Mediatrice culturale; Maurizio Landini, Segretario generale FIOM
Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Vittorio Teresi, Magistrato
Conclude: Rita Borsellino, Pres. Centro studi “Paolo Borsellino”
Interventi artistici: Piero Macaluso, Teatro Zeta e Compagnia del Teatro Ditirammu

Legami nasce nel ’94 a cura di Arci Sicilia e vuole rispondere al bisogno di costruire occasioni di memoria come elemento cardine per ritrovare motivazioni, confermare e rinnovare un impegno che è sostanzialmente scelta di vita, tensione costante nella costruzione di una società pervasa da coscienza civile.

Scarica la locandina di Legami di memoria 2017

18 luglio 2017 ore 16.30 – 19.30
a partire dalle ore 16.30 via Mariano D’Amelio, dinnanzi l’ulivo piantumato 24 anni fa per volere della sigmora Maria Pia Lepanto, madre del giudice Borsellino, la strada si animerà con l’iniziativa Via D’Amelio, memoria di strada: dedicato a Paolo, Agostino, Claudio, Emanuela, Vincenzo e Walter. Il Centro Studi si propone di scendere in “strada” per fare memoria “operante” attraverso il movimento delle idee, della storia e dell’impegno di singoli cittadini e di associazioni. In otto postazioni differenti, al fine di accogliere i ragazzi scout dell’Agesci nazionale che giungeranno a Palermo in migliaia per consegnare la loro onorificenza a Rita Borsellino, si alterneranno le testimonianze di Augusta e Vincenzo Agostino, Alex Corlazzoli, Alfio Foti, Jole Garuti, Marcella Gianfranceschi, Viviana La Rosa, Giovanni Paparcuri, Calogero Parisi, Renato Scarpa, Pippo Scudero, Marinella Tomarchio, Emanuele Villa, Salvo Vitale, Antonio Vullo. Si conclude con un saluto Rita Borsellino ed un intervento a cura della Compagnia del Teatro Ditirammu. Alla sera, a partire dalle ore 21.00 la veglia in stile rover organizzata dall’Agesci . Seguirà la Santa Messa celebrata dall’arcivescovo di Palermo Mons. Corrado Lorefice, da Don Mimmo Napoli, parroco al Don Orione e Don Luigi Ciotti, presidente dell’associazione Libera.

19 luglio 2017 ore 10.00 – 12.00

Coloriamo via D’Amelio: il 19 luglio per i cittadini di domani, laboratori creativi per i bambini dei quartieri di Palermo e Monreale organizzata in collaborazione con gli studenti del Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria – UKE, il Centro di animazione territoriale “San Giovanni Apostolo”, il Centro Santa Chiara, l’Associazione Il Quartiere di Monreale, Laboratorio Zen Insieme ed il coordinamento di Nati per leggere – Sicilia.
Insieme ai nostri ragazzi saranno presenti anche la presidente dell’Antimafia Rosy Bindi e la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli.
“In quel luogo che è stato teatro di morte vogliamo ancora una volta costruire la vita, partecipare nella costruzione e potenziamento della coscienza civile nel nostro paese e lo facciamo a partire dai più piccoli e sopratutto da quelli che vivono in condizione di marginalità e svantaggio” dice Rita Borsellino e prosegue “il nostro è un impegno costante e senza tempo, fatto di donne e uomini che a diverso titolo ed in luoghi diversi gettano i semi per una società migliore, ognuno nel suo piccolo, ognuno per quello che può, ognuno per quello che sa. E’ con questo spirito che prendiamo in carico l’eredità di mio fratello Paolo ed in questo senso è come se fossimo tutti un po’ parenti.”

Scarica tutto il programma degli eventi

_______________________________________________________________________

L’APPUNTAMENTO DI CATANIA

catania-lassedio-17-7-17

_______________________________________________________________________

L’APPUNTAMENTO DI MILANO

locandina-2017-milano-ricorda-paolo-borsellino

 

ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI

In occasione  del venticinquesimo anniversario della strage di Via D’Amelio a Palermo, viene messa in scena la rappresentazione teatrale “Essendo Stato”  di Ruggero Cappuccio, organizzato dalla Giunta ed interpretato da numerosi magistrati, presso l’Aula Magna del Palazzo di Giustizia, alle ore 16,30, mercoledì 19 luglio.

via-damelio

_______________________________________________________________________

L’APPUNTAMENTO DI ROMA

roma

___________________________________________

L’APPUNTAMENTO DI BRESCIA

io-emanuela-brescia-pal-giustizia-07-2017-mail-1C’e un filo conduttore comune nelle tante Storie che hanno segnato il nostro Paese.
E’ il filo dell’impegno consapevole dei rischi e delle conseguenze del proprio operato.
Del “…qualunque cosa accada” che Giorgio Ambrosoli raccomanda nella lettera scritta alla sua “Anna carissima…”
La scelta consapevole del fare fino in fondo il proprio dovere.
La scelta di Giovanni Falcone, quella di Paolo Borsellino.
La scelta dei tanti Servitori dello Stato uccisi da mafie e terrorismi.
La scelta di Emanuela Loi, ragazza solare e sorridente, che vuol costruire la sua vita, con un lavoro vero, onesto, giusto.
Agente della Polizia di Stato. Agente di scorta del dr. Paolo Borsellino.
E la compie questa scelta, accetta con dolcezza e disciplina.
Fino in fondo. Qualunque cosa accada.
L’Associazione Nazionale Magistrati – sezione distrettuale di Brescia ed il coordinamento provinciale di LIBERA – Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie, con il sostegno dell’Associazione Donne Magistrato Italiane, il 19 luglio 2017, nel giorno del 25° anniversario della Strage di via D’Amelio, presentano al Palazzo di Giustizia di Brescia, alle ore 12:00, “Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino”, monologo intimo ed appassionato di Laura Mantovi, tratto dal testo di Annalisa Strada, con la regia di Sara Poli.
Saranno presenti Magistrati, rappresentanti delle Forze dell’Ordine, Studenti, Cittadinanza intera, per rendere l’omaggio alla passione civile ed alla Memoria, e così continuare a tessere insieme le file dell’Impegno, quotidiano, in ciascun ruolo.
Per non dimenticare.

_______________________________________________________________________

L’APPUNTAMENTO DI IMPERIA

imperia

_______________________________________________________________________

LIBERA FRIULI VENEZIA GIULIA

Dal 2007, in collaborazione con il Siulp e con Libera Informazione, ci siamo fermati ogni 19 luglio per ricordare la strage di Via D’Amelio organizzando momenti di riflessione che di anno in anno hanno visto succedersi tanti testimoni, tra cui don Luigi Ciotti, Giancarlo Caselli, Salvatore Borsellino, Nando Dalla Chiesa, Alfonso Sabella, Nino Di Matteo. Momenti importanti per ribadire l’impegno e la memoria attiva, che unisce al ricordo delle vittime innocenti la responsabilità quotidiana per la giustizia e per la legalità, vivendo quei valori per cui tanti hanno perso la vita.

Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina, Emanuela Loi e Eddie Cosina. Il “nostro” Eddie… Non l’abbiamo conosciuto di persona ma attraverso le parole delle sue donne –Nella, Oriana, Edna, Silvia- ci siamo legati a lui; anno dopo anno abbiamo imparato a scoprire qualcosa di lui, a conoscere la sua allegria, la sua generosità, la sua semplicità, il suo altruismo.

Quest’anno, nel 25° anniversario della strage , d’accordo con la famiglia Cosina, abbiamo deciso di far conoscere la storia di Eddie in particolare ai giovani e ai giovanissimi. Abbiamo incontrato alcuni ragazzi della Scuola media di Muggia, che anche Eddie aveva frequentato, dove una targa in sua memoria è stata posta dalla Questura di Trieste. E abbiamo parlato di Eddie e del valore della Memoria e dell’Impegno, attraverso la testimonianza della nipote Silvia, a un centinaio di ragazzi partecipanti al torneo di calcetto “Libera in goal”, organizzato insieme all’Associazione Rime.

A 25 anni dalla strage di Via D’Amelio il nostro impegno continua. Continua come sempre nel segno della memoria, della consapevolezza, della responsabilità, della conoscenza, ma soprattutto della ricerca della verità e nella richiesta di giustizia, a fianco della famiglia Cosina e dei tanti altri familiari che ancora oggi non conoscono il perché di tanto dolore. Come Fiammetta Borsellino ha ricordato di recente “la verità tutta intera, #nonunaqualsiasiverità.
#19luglio

_______________________________________________________________________

LA RAI RICORDA PAOLO BORSELLINO

Programmazione per la commemorazione della strage di via D’Amelio

“È normale che esista la paura, in ogni uomo, l’importante è che sia accompagnata dal coraggio. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, altrimenti diventa un ostacolo che impedisce di andare avanti.” Paolo Borsellino

Diciannove luglio 1992. In un assolato pomeriggio palermitano, un’autobomba esplode fra le strade deserte della città, uccidendo il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. Un attentato arrivato a meno di due mesi dall’agguato di Capaci, e sul quale ci sono ancora ombre e interrogativi. Nella venticinquesima ricorrenza della strage di via D’Amelio, per ricordare il sacrificio di Borsellino e dei suoi angeli custodi, in linea con la missione di servizio pubblico Rai offre un impegno straordinario di tutte le reti e canali con una ricca programmazione radio e tv con trasmissioni, film, approfondimenti, documentari, spettacoli teatrali e ampi spazi informativi in tutti i telegiornali, su RaiNews24 e RadioRai.

Tra gli appuntamenti principali, oltre alla fiction “Paolo Borsellino – Adesso tocca a me” in onda mercoledì 19 luglio alle 21.30 su Rai1, si segnala il documentario di Rai Cultura “Paolo Borsellino. L’ultima stagione”, per il ciclo “Diario Civile” con l’introduzione del Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, in onda martedì 18 luglio alle 21.10 su Rai Storia e in replica il giorno successivo alle 14.30 su Rai1. Il racconto della figura di Paolo Borsellino e dei suoi 57 giorni più difficili – quelli intercorsi tra la strage di Capaci e l’attentato in cui verrà assassinato – è  affidato a esponenti delle Istituzioni come il Presidente del Senato Pietro Grasso; agli ex giudici del pool antimafia Leonardo Guarnotta e Giuseppe Di Lello; al Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Palermo, Roberto Scarpinato; al Consigliere di Corte d’Appello del Tribunale di Salerno, Diego Cavaliero; all’ex ministro di Grazia e Giustizia, Claudio Martelli.
Il 19 luglio, sempre su Rai Storia “Il giorno e la storia” e il doc “Paolo Borsellino, essendo stato”, alle 23.50, in cui Riccardo Cappuccio ricorda le parole del magistrato convocato dal Csm il 31 luglio del 1988 dopo le interviste rilasciate a “La Repubblica” e “L’Unità”, nelle quali denunciava il preoccupante stato di smobilitazione del pool antimafia di Palermo.
Spazi dedicati alla ricorrenza sono previsti anche su Rai1 in “Uno Mattina Estate” e “La vita in diretta estate”; su Rai2 con la diretta di “Speciale Tg2” dall’Assemblea Plenaria del CSM sulla desecretazione degli atti Falcone-Borsellino, con intervento del Presidente della Repubblica; su Rai3 con “Blob” e “Archivi del 900”; su Rai Movie con il film “Era d’estate” e su Rai Premium con “Paolo Borsellino – I 57 giorni”. Infine, sul Web, Rai Cultura propone, oltre a una selezione di puntate dedicate, un esclusivo WebDoc, con video, fotogallery, testi e infografiche realizzato da Rai Storia per raccontare la figura di Paolo Borsellino.

PROGRAMMAZIONE RAI

RAI1
Mercoledì 19 luglio
“Uno Mattina Estate”, in onda dalle 7.10, realizzerà spazi ad hoc dedicati alla ricorrenza
“La vita in diretta estate”, dalle 14.00, propone una pagina con servizi sugli ultimi giorni di Paolo Borsellino e un’intervista a Salvatore Borsellino.
Alle 14.30, è la volta di “Paolo Borsellino. L’ultima stagione”, il programma di Rai Cultura per il ciclo  “Diario Civile con l’introduzione del Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti. Alle 21.30, la docu-fiction “Paolo Borsellino – Adesso tocca a me”  con il racconto di Antonio Vullo, l’autista di Borsellino, unico sopravvissuto all’attentato di via D’Amelio.
Venerdì 21 luglio
Alle 21.30, va in onda Speciale “Cose Nostre”  con una puntata speciale a Matteo Messina Denaro, l’ultimo tra i responsabili di quel terribile periodo di sangue nel quale si inserisce l’attentato al giudice Borsellino.

RAI 2
Mercoledì 19 luglio
“Speciale TG2”, in diretta dalle 10.00, trasmette l’Assemblea Plenaria del Consiglio Superiore della Magistratura sulla desecretazione degli atti Falcone-Borsellino, con intervento del Presidente della Repubblica.

RAI3
Lunedì 17 luglio
Alle 15.00, “Archivi del 900” dedica la puntata al racconto della strage di Via d’Amelio
Mercoledì 19 luglio
“Blob”, alle 20.00, va in onda con uno speciale su Falcone e Borsellino

TGR
Mercoledì 19 luglio
La redazione della Tgr Sicilia sarà coinvolta in prima linea con dirette, servizi e approfondimenti seguendo tutti gli appuntamenti principali, a cominciare da quelli organizzati già in mattinata in via D’Amelio. In particolare, nei Telegiornali e nel Gr saranno trasmesse dirette e servizi con la cronaca, i commenti, le testimonianze, la ricostruzione della strage e delle inchieste.

RAINEWS 24
Mercoledì 19 luglio
Durante tutta la giornata, si darà spazio alle manifestazioni che verranno organizzate in ricordo di Borsellino, con dirette, interviste e servizi dedicati.

RADIO RAI
Mercoledì 19 luglio
I Gr di Radio1, Radio2 e Radio3 approfondiranno in tutte le edizioni la ricorrenza dei 25 anni dall’attentato. Radio1 seguirà inoltre per l’intera giornata le iniziative organizzate per ricordare Borsellino mentre Radio3 proporrà da Palermo una puntata speciale de ‘La radio ne parla’. Isoradio proporrà ricordi del giudice e informazioni sull’intera giornata inframezzandole a quelle sul traffico.

RAI MOVIE
Martedì 18 luglio
Alle 21.10, il film “Era d’estate” di Fiorella Infascelli con Massimo Popolizio, Giuseppe Fiorello e Valeria Solarino racconta il soggiorno forzato all’Asinara di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino impegnati nella preparazione del maxiprocesso contro la mafia

RAI PREMIUM
Mercoledì 19 luglio
Alle 19.30, il film “Paolo Borsellino – I 57 giorni” di Alberto Negrin, con Luca Zingaretti, Lorenza Indovina ed Enrico Iannello racconta i 57 giorni che separano la morte di Falcone da quella di Borsellino. Giorni in cui il giudice intuisce il suo destino e traccia il bilancio della sua esistenza, dei suoi affetti e del suo impegno come magistrato nella lotta contro lo strapotere di Cosa Nostra.

RAI STORIA
Martedi 18 luglio
Alle 21.10, “Paolo Borsellino, L’ultima stagione” per il ciclo “Diario Civile” con l’introduzione del Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti. Dopo l’attentato di Capaci Borsellino si lancia nel lavoro d’indagine. Vuole fare luce sulla morte dell’amico, scoprendone le cause e trovandone i responsabili. Ai colleghi annuncia: ”Sappiate che questo è anche il nostro destino”.
Mercoledì 19 luglio
A mezzanotte e in replica alle 5.30, 8.30 11.30, 14.00 e 20.10 “Il giorno e la Storia” ricostruisce il giorno della strage di via D’Amelio.
Alle 23.50, il documentario “Paolo Borsellino essendo stato”, scritto, diretto e interpretato da Ruggero Cappuccio.

RAI CULTURA WEB e SOCIAL      
Rai Storia  ha realizzato un esclusivo WebDoc, con video, fotogallery, testi e infografiche sulla figura di Borsellino. Disponibili, inoltre, una selezione di puntate tratte da programmi come “Il Tempo e la Storia”, “Diario Civile”, “Lezioni di mafia”, “Italia della Repubblica” con commenti di storici, testimonianze di magistrati, deposizioni di boss, protagonisti della lotta alla criminalità organizzata integreranno il quadro. Una sezione sarà dedicata, inoltre al ricordo personale sulle stragi di Capaci e via D’Amelio di Rita Borsellino, sorella di Paolo, e a quello di Pietro Grasso, ex collaboratore di Falcone e Borsellino, oggi Presidente del Senato.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link