NEWS

Insicurezza pubblica e imbarbarimento sociale

Piero Innocenti . in Criminalità, Dai territori, Diritti, Giustizia, SIcurezza, Società

La sicurezza pubblica nel nostro paese appare sempre più compromessa per i troppi delitti denunciati, molti quelli violenti, che si stanno verificando nelle città. Alle truffe agli anziani con odiose intrusioni nelle abitazioni di malviventi che si spacciano per tecnici del gas e delle poste, ai furti e alle rapine nelle case, ai borseggi, si […]

A Milano l’assemblea nazionale di Avviso Pubblico

Avviso Pubblico . in Associazioni, Brevi, Dai territori, Istituzioni, Lombardia, Politica

Si è svolta questa mattina, giovedì 12 maggio, a Milano, presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale, l’Assemblea Nazionale di Avviso Pubblico, la rete degli Enti locali e Regioni contro mafie e corruzione. L’associazione, nata nel 1996 per prevenire e contrastare le infiltrazioni mafiose e i fenomeni corruttivi all’interno delle Pubbliche amministrazioni, conta ad oggi oltre 500 enti aderenti, […]

Beni confiscati: costruire legalità, giorno dopo giorno

Roberta Lisi * . in Dai territori, Diritti, Economia, Istituzioni, Lavoro, Mafie, Società

I beni confiscati sono un tassello fondamentale della lotta alle mafie: la restituzione alla società di quanto accumulato attraverso attività illecite. Le aziende sotratte alla criminalità organizzata sono quasi 3 mila, e sono in tutta Italia A inventarli fu Pio La Torre, ucciso da Cosa Nostra il 30 aprile del 1982, poche settimane prima che il Parlamento […]

Sicurezza pubblica: in aumento gli accoltellamenti e le lesioni

Piero Innocenti . in Criminalità, Dai territori, Forze dell'Ordine, SIcurezza, Società

Molti anni fa, a Napoli e dintorni, per “risolvere onoratamente colle armi” i problemi che potevano sorgere all’interno della “società dell’umirtà” (la camorra), si faceva ricorso al coltello che aveva sostituito la “sfarziglia” (coltello tipico napoletano lungo anche fino a 50cm). Per questo era necessario un addestramento specifico nel “tira e molla” con il coltello […]

L’intraprendenza dei narcotrafficanti marocchini in Italia

Piero Innocenti . in Criminalità, Dai territori, Droga, Forze dell'Ordine, Lombardia, SIcurezza

Nel nostro paese le organizzazioni criminali marocchine si occupano innanzitutto del traffico e spaccio di stupefacenti, in collaborazione anche con italiani e con persone di altre nazionalità, tanto da detenere il monopolio in alcune aree territoriali. Se fino a pochi anni fa (2015) questi gruppi controllavano soprattutto il traffico d hashish proveniente dal loro paese […]

Curare i piedi ai migranti, un atto politico racchiuso in un gesto d’amore

Pierluigi Ermini . in Cultura, Dai territori, Diritti, Friuli Venezia Giulia, Giustizia, Migranti, Toscana

Sfrecciano rapidi gli aerei sopra piazza Ilaria Alpi e Miran Hrovatin mentre nello spazio adiacente al prefabbricato che ospita la comunità Le Piagge a Firenze Gian Andrea e Lorena parlano della loro esperienza nella piazza del Mondo a Trieste (come loro chiamano la piazza di fronte alla stazione ferroviaria), il luogo dove i migranti che […]

L’Italia resta il paese preferito dai delinquenti

Piero Innocenti . in Criminalità, Dai territori, Forze dell'Ordine, SIcurezza, Società

È rimasta senza risposta, a distanza di oltre quattro anni, la domanda che aveva posto la Commissione parlamentare antimafia nella sua relazione conclusiva di fine legislatura (febbraio 2018) sulle cause che avevano portato il nostro paese ad essere, tra quelli più democratici e civili, quello più “appetibile” per i delinquenti. In realtà, nessuno ha mai […]

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

LaViaLibera

logo Un nuovo progetto editoriale e un bimestrale di Libera e Gruppo Abele, LaViaLibera eredita l'esperienza del mensile Narcomafie, fondato nel 1993 dopo le stragi di Capaci e via D'Amelio.

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link