NEWS

Roma e Milano: lo spaccio durante il lockdown

Piero Innocenti il . Droga, Lazio, Lombardia, Mafie

roma-milanoAnche nella Capitale i mesi di marzo e aprile, coincidenti con il periodo del lockdown nazionale collegato alla nota emergenza nazionale, si è registrata una flessione nell’azione antidroga svolta dalle forze di polizia.

Se nei mesi di gennaio e febbraio erano stati sequestrati complessivamente circa 820kg di stupefacenti di cui 3,75 kg di eroina, 42kg di cocaina, 151kg di hashish, 452kg di marijuana e 173kg di “altre droghe”, nel bimestre successivo si è scesi a 349kg di stupefacenti bloccati di cui 1,11kg di eroina, 15,75kg di cocaina, 159kg di hashish (l’unico stupefacente in lieve aumento), circa 59kg di marijuana e 112kg di “altre droghe” ( includono khat, metadone, ketamina, benzodiazepine, bulbi di papavero ecc..).

Le forti restrizioni imposte dalle autorità di governo alla circolazione delle persone e i rigorosi controlli sulle strade attuati dalle forze di sicurezza, hanno inciso notevolmente sullo spaccio che, come noto, è affidato per lo più a manovalanza straniera.

Così, nel bimestre marzo/aprile, a Roma, su 215 operazioni antidroga (a gennaio/febbraio erano state 505) e 273 persone denunciate per delitti collegati alle droghe (679 a gennaio/febbraio), soltanto 66 sono stati gli stranieri (ben 237 nel primo bimestre del 2020).

Tutto, oggi, sta tornando alla “normalità” che, nello specifico,  non vorremmo annotare perché si tratta di uno dei più odiosi e insopportabili fenomeni criminali che vanno ad ingrassare sempre di più i bilanci della criminalità organizzata (i prezzi al minuto degli stupefacenti sono aumentati in questi mesi).  E così, già in questi primissimi giorni di “ritrovata libertà” è ripresa la “lotta” contro trafficanti e spacciatori che in alcune zone di Roma si stanno riaffacciando con la consueta baldanza.

Situazione analoga quella rilevata nella capitale economica, Milano, dove a fronte dei 554kg di stupefacenti complessivamente intercettati a gennaio/febbraio di cui circa 5kg di eroina, 17kg di cocaina, 317kg di hashish e 197 di marijuana, nei due mesi del “blocco” il quantitativo di stupefacenti sequestrato è sceso a circa 140kg di cui poco più di 3kg di eroina, 14kg di cocaina, 73kg di hashish e45kg di marijuana.

Minore repressione, dunque, con 387 operazioni antidroga e 197 stranieri denunciati sul totale di 360 persone a fronte delle 506 operazioni di gennaio/febbraio con 506 persone denunciate all’autorità giudiziaria di cui 289 stranieri (in generale, a Milano, l’incidenza degli spacciatori stranieri è sempre più alta rispetto alla media nazionale che è intorno al 40%).

Milano, contrariamente a quanto si sta rilevando a Roma in questi ultimissimi giorni, sembra ancora “dormiente” in questo ambito criminale e forse la situazione sanitaria non ancora del tutto tranquillizzante, con controlli di polizia più serrati, può essere la causa di questo ritardo nella “ripresa”.

Droga e antidroga, interessano ancora?

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link