NEWS

Stidda. L’altra mafia raccontata dal capoclan Claudio Carbonaro

Redazione il . Recensioni

cover basciettoIl memoriale di Claudio Carbonaro, il capoclan della omonima famiglia, colui che ha ideato la guerra dei bambini contro Riina e Provenzano e che si è addossato la paternità di ben 130 omicidi.

C’è una paranza dei bambini, come quella raccontata da Saviano a Napoli, anche in Sicilia. È la storia vera di alcuni minorenni che, all’età in cui si è normalmente ancora bambini, vengono addestrati per uccidere senza pietà vecchi capimafia di Cosa Nostra.

Una storia vera di riti, di giuramenti, di santini bruciati tra le mani e di vite adolescenti spezzate.

La nuova mafia, la Stidda, la Stella che sfida Cosa Nostra, e riesce, per molti anni, a metterla in crisi e a fare quello che lo Stato non riesce a fare: sconfiggerla. Una vera mattanza, che insanguinò per molti anni le strade della Sicilia. Adesso sono diventati adulti e dominano molti settori del commercio, anche al nord.

La Stidda, l’altra mafia che pochi conoscono.

Giuseppe Bascietto
Stidda
L’altra mafia raccontata dal capoclan Claudio Carbonaro
Aliberti, 2019
Pagg. 281, € 18,50

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link