NEWS

Bologna 13 settembre, “Premio Pio La Torre”

Avviso Pubblico il . Brevi, Emilia-Romagna

latorre-870x488In occasione del 13 settembre – giorno in cui nel 1982 viene approvata la Legge Rognoni-La Torre che introduce per la prima volta nel nostro ordinamento il reato di associazione di tipo mafioso – Avviso Pubblico, Cgil e Federazione nazionale della stampa italiana organizzano a Bologna, alle ore 11,30, presso la sede dell’Università (via Galliera 3), Sala Kelsen, una cerimonia di conferimento dello speciale “Riconoscimento alla memoria di Pio La Torre”, sindacalista e parlamentare, noto per il suo impegno sui temi della lotta alla mafia, per la pace, la democrazia e la legalità, ucciso a Palermo il 30 aprile 1982, insieme al suo collaboratore Rosario Di Salvo.

Il Premio, giunto quest’anno alla sua terza edizione, è finalizzato a valorizzare casi ritenuti di alto valore civile e politico, aventi come protagonisti sindacalisti, amministratori locali e giornalisti che, svolgendo la loro attività, si sono particolarmente distinti nella difesa della democrazia, nella prevenzione e nel contrasto alle mafie, alla corruzione, all’illegalità e per la diffusione di una cultura della legalità e della responsabilità.

Alla cerimonia, dopo i saluti di Franco La Torre, figlio di Pio La Torre, interverranno:

Rosy Bindi, già Presidente della Commissione parlamentare antimafia;
Massimo Mezzetti, Vicepresidente di Avviso Pubblico;
Giuseppe Massafra, Segretario CGIL;
Michele Albanese, Resp. Legalità FNSI;
Isaia Sales, storico e docente universitario e membro della giuria;
Serena Uccello, giornalista de Il Sole 24 Ore e membro della giuria.

Presiede il Direttore del Master in “Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscate alle mafie” dell’Università di Bologna, Stefania Pellegrini, membro della giuria.

Scarica la locandina

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link