NEWS

Fatti contro bufale: l’immigrazione ai tempi del rancore

Festival Diritti Umani il . Brevi, Informazione, Migranti

fdu milanoGiornata mondiale del rifugiato.

Fatti contro bufale: l’immigrazione ai tempi del rancore
Un incontro per capire il fenomeno e contrastare le bufale. Con Carlotta Sami e gli autori di Osservatorio Diritti

Bambini, donne, uomini. Sommate la popolazione dell’Italia e della Svizzera e avrete un’idea di quante sono le persone che nel 2018 sono scappate dalle loro case perché coinvolte in guerre, disastri ambientali, persecuzioni. I dati dell’UNHCR dicono che non siamo di fronte a un’emergenza ma a un fenomeno duraturo e in peggioramento. L’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati smonta anche molti luoghi comuni utilizzati dai “cattivisti”: ad esempio che l’80% degli sfollati si sposta al massimo nei paesi confinanti; e anche che i paesi più ricchi accolgono meno delle nazioni che hanno un PIL basso. Numeri che contrastano le bugie di chi scatena le campagne d’odio contro i migranti.

Il Festival dei Diritti Umani ha deciso di affrontare questo tema con Carlotta Sami, portavoce dell’UNHCR e con Lorenzo Bagnoli e Francesco Floris, autori del libro Immigrazione oltre i luoghi comuni.

L’incontro si terrà martedì 25 giugno, alle 21, all’Auditorium Demetrio Stratos di via Ollearo 5 – Milano.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con Osservatorio Diritti e Radio Popolare.

I posti sono limitati: prenotazioni al link http://bit.ly/FattiControBufaleImmigrazione

Festival Diritti Umani

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link