NEWS

Shooting the mafia, Milano 21 giugno

Redazione il . Brevi, Lombardia

shooting-the-mafiaVenerdì 21 giugno 2019, alle 20.30 presso il Piccolo Teatro di Milano, nell’ambito del Festival MIX, si terrà la presentazione di Shooting the mafia, docufilm sulla vita di Letizia Battaglia, fotografa che ha dedicato la propria carriera a raccontare attraverso le immagini il fenomeno mafioso, in particolare in Sicilia.

Insieme a Letizia Battaglia, alla presentazione interverrà il professor Nando dalla Chiesa, docente di Sociologia della criminalità organizzata presso l’Università degli Studi di Milano e direttore di Cross.

“Sono diventata una fotografa all’età di 40 anni”, dice Letizia Battaglia. Nata in Sicilia e sposa all’età di 16 anni, dopo tre figlie ha divorziato dal marito, che la voleva casalinga. Donna dalla personalità ribelle e coraggiosa, ha iniziato a vivere liberamente sia nella vita privata sia nella vita pubblica e lavorativa, diventando la prima fotografa del quotidiano di sinistra L’Ora, e poiché a Palermo avvenivano oltre 1000 omicidi in un solo anno, si è trovata a scattare quelle foto memorabili che testimoniarono in Italia e in tutto il mondo i delitti di mafia.

Kim Longinotto, documentarista irlandese di fama internazionale, utilizza spezzoni di film classici per accompagnare le storie d’amore di Letizia, in stridente contrasto con gli stralci dai telegiornali dell’epoca che descrivono la brutalità di Cosa Nostra. Le fotografie della stessa Battaglia, che ha subìto delle minacce di morte, mettono in evidenza l’orrore degli attacchi, mentre altri filmati d’archivio scelti da Longinotto sembrano glorificare la vita della mafia e i suoi codici d’onore. Tutto questo per raccontare come la Sicilia sia stata vittima della mafia per decenni, e la straordinaria vita della fotogiornalista che oggi ha 84 anni.

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link