NEWS

FILI, la terza edizione del Festival a Bologna

Libera Bologna il . Brevi

FILI 3È iniziata il 28 novembre la terza edizione di  FILIil Festival dell’Informazione Libera e dell’Impegno, organizzato da Libera Bologna e LIBERA INFORMAZIONE.

Simbolo del festival è un gomitolo di fili, che vuole rappresentare un impegno che tenga conto dei tanti temi che è necessario approfondire e delle tante realtà con cui è necessario collaborare, un impegno che deve andare in profondità e far aprire gli occhi per una lotta alle mafie realmente efficace.
Temi centrali di questa edizione il caporalato e lo sfruttamento lavorativo, sviluppati anche nel dossier a cura di Libera Bologna e Libera Informazione presentato all’interno del Festival.
Di seguito le prossime tappe:

VENERDI’ 30 NOVEMBRE
Luogo: Sala delle Colonne, Tribunale di Bologna – via Farini, 1
A partire dalle ore 10:00
Sarà un capo-lavoro
Iniziativa finale del progetto di formazione rivolto agli istituti Crescenzi-Pacinotti-Sirani e Laura Bassi, realizzato grazie alla Fondazione Del Monte.
Incontro con: Marco Omizzolo – Sociologo e giornalista, esperto di caporalato nell’Agro Pontino
Carlo Sorgi – Magistrato e Presidente della sezione lavoro del Tribunale di Bologna
Moderano: Martina Storari e Cecilia Cuomo – Libera Formazione Bologna
A seguire: Proiezione del docu-musical “The Harvest”
Iniziativa riservata alle scuole
Luogo: Mercato Sonato – via Tartini, 3
A partire dalle ore 18:00
Caporalato, un fenomeno nazionale“.
Riflessione sul fenomeno e sulle possibili modalità di contrasto
Con: Marco Omizzolo – Sociologo e giornalista, esperto di caporalato nell’Agro Pontino
Jean René Bilongo – Responsabile del dipartimento immigrazione della Flai Cgil nazionale
Leonardo Palmisano – Scrittore, giornalista e autore di “Mafia caporale”
Modera: Antonio Monachetti – Libera Bologna
Ore 22
Concerto dei Domo Emigrantes
Suoni dalle tradizioni popolari del Mediterraneo.
Ingresso con tessera Arci
Dal 28 Novembre al 1° Dicembre torna, per il terzo anno, FILIil Festival dell’Informazione Libera e dell’Impegno, organizzato da Libera Bologna e LIBERA INFORMAZIONE.
Simbolo del festival è un gomitolo di fili, che vuole rappresentare un impegno che tenga conto dei tanti temi che è necessario approfondire e delle tante realtà con cui è necessario collaborare, un impegno che deve andare in profondità e far aprire gli occhi per una lotta alle mafie realmente efficace.
Temi centrali della terza edizione saranno il caporalato e lo sfruttamento lavorativo, sviluppati anche nel dossier a cura di Libera Bologna e Libera Informazione che verrà presentato all’interno del Festival.

I temi verranno affrontati da diverse prospettive: il caporalato a livello nazionale e a livello locale, la nuova legge sul caporalato, gli strumenti di contrasto al fenomeno, lo sfruttamento lavorativo a Bologna, il collegamento delle mafie con guerre e movimenti migratori, la narrazione delle mafie.

SABATO 1 DICEMBRE

Luogo: Mercato Ritrovato – Piazzetta Anna Magnani
Dalle ore 9:00 alle ore 14:00
FILI al Mercato Ritrovato
Banchetto con i prodotti di Libera Terra e la raccolta firme per la campagna Welcoming Europe – Per un’Europa che accoglie.
Luogo: Baumhaus – via Sebastiano Serlio, 25/2
A partire dalle ore 18:00
Mafie e guerra. Come le organizzazioni criminali internazionali si arricchiscono nei conflitti
Con: Chicco Elia – Giornalista, condirettore Q Code Magazine
Tonio Dell’Olio – Responsabile nazionale Libera Internazionale
Modera: Sofia Nardacchione – Libera Bologna
Ore 20
La mafia è finzione?
Con: Marcello Ravveduto – Storico, Università degli Studi di Salerno
Nello Ferrieri – Cinemovel Foundation
Modera: Presidio universitario di Bologna”I ragazzi della casa dello studente”
A seguire:
Presentazione del progetto Artists@Work. Creativity for Justice and Fairness in Europe, con la presenza del fumettista Pietro Scarnera e alcuni degli artisti che hanno partecipato al percorso.

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link