NEWS

Faccia da mostro, chi è il poliziotto 007 coinvolto nelle stragi di mafia

Sandro Ruotolo il . Senza categoria

faccia da mostroLa sentenza di primo grado di Palermo sulla trattativa Stato – Mafia ha stabilito che pezzi delle istituzioni hanno trattato con i capi di Cosa Nostra durante la stagione stragista tra il 1992 e il 1994. Ma esistono altri retroscena ancora non chiariti, non possono essere stati soltanto i carabinieri condannati a intavolare il diaologo con i boss, le stragi non possono essere state elaborate soltanto dagli uomini della mafia.

Uno degli uomini dei misteri del biennio delle stragi è Giovanni Aiello, detto “faccia da mostro”, l’ex-poliziotto coinvolto in numerose inchieste di mafia e riconosciuto dal padre di Nino Agostino (l’agente di polizia ucciso a Palermo nel 1989) come colui che venne a cercare suo figlio poco tempo prima della sua uccisione.

Chi era davvero Giovanni Aiello, morto il 21 agosto 2017 a Montauro (Calabria), e qual è stato il suo coinvolgimento nella stagione stragista? Quali sono gli altri misteri che restano irrisolti sulla trattativa? Sandro Ruotolo torna con Italian Leaks a fare luce sugli anni più bui per la democrazia italiana.

La trattativa c’è stata

“Faccia da mostro” se ne va per sempre, ma restano i Segreti di Stato

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link