NEWS

Artists@Work il primo workshop a Bologna

Cinemovel il . Brevi

cinemovelAl via il 12 febbraio il percorso di formazione e produzione per 20 filmmaker e 20 fumettisti selezionati attraverso il bando di A@W.

Un impegno che unisce 120 artisti tra Italia, Francia e Bosnia & Herzegovina, per raccontare la giustizia sociale in Europa.
Mafie, corruzione, migrazioni, gentrificazione, ius soli, identità di genere sono alcuni dei temi su cui lavoreranno gli artisti coinvolti nel progetto. Un percorso produttivo che si concluderà a luglio 2018, coinvolgendo il pubblico attraverso il sito di A@W che racconterà nei prossimi mesi lo sviluppo dei progetti creativi.

Completano il programma del workshop due appuntamenti aperti al pubblico.

Giovedì 15 febbraio, ore 18.15
CUBO, Centro Unipol Bologna, Piazza Vieira de Mello 3/5

Anteprima del film Nato a Casal di Principe di Bruno Oliviero, responsabile della formazione italiana per cinema e documentario di A@W. Sarà presente il regista.
Coordinano Roberta Franceschinelli, Fondazione Unipolis ed Enzo Bevar, Cinemovel Foundation.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Venerdì 16 febbraio, ore 18.15
CUBO, Centro Unipol Bologna, Piazza Vieira de Mello 3/5
Incontro con Pietro Scarnera, responsabile formazione italiana per fumetto e illustrazione di A@W e Luca Baldazzi, Cocconino Press. Coordina Cecilia Conti, Cinemovel Foundation.
A seguire Mafia Liquida, il cinema disegnato dal vivo. Spettacolo tra cinema e lavagna luminosa con Vito Baroncini, produzione Cinemovel Foundation. Introduce Nello Ferrieri, Cinemovel Foundation.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

A@W, cofinanziato dal Programma Europa Creativa dell’Unione europea, è promosso da Fondazione Unipolis, Atelier Varan, Cinemovel Foundation, Libera Associazioni, nomi, numeri contro le mafie, Udruzenje Tuzlanska Amica.

CUBO – Centro Unipol Bologna è partner tecnico per i workshop italiani.

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link