NEWS

Ostia, Fnsi e Odg con i colleghi se ci sarà processo a Spada

Fnsi il . Brevi

de vincenziLa richiesta di rinvio a giudizio sarà valutata dal gup Maria Paola Tomaselli martedì 23 gennaio. A rappresentare sindacato e Ordine sarà l’avvocato Giulio Vasaturo. «Saremo ovunque si tenterà di ostacolare il lavoro dei cronisti», ribadiscono gli enti di categoria.

La Federazione nazionale della Stampa italiana, d’intesa con l’Ordine nazionale dei giornalisti, si costituirà parte civile nell’eventuale processo a carico di Roberto Spada e Ruben Nelson Alvez del Puerto, per i quali la Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio con le accuse di lesioni personali e violenza privata, con l’aggravante del metodo mafioso, per l’aggressione al giornalista Daniele Piervincenzi e all’operatore Edoardo Anselmi, del programma Rai “Nemo – Nessuno escluso”, avvenuta a Ostia lo scorso 7 novembre.

«Come già successo in altri casi, anche questa volta gli enti della categoria saranno al fianco dei colleghi. Siamo stati in piazza, a Ostia, insieme con Libera e con tante altre associazioni che hanno a cuore i temi della legalità e della libertà di stampa. Saremo anche in tribunale, a Roma e ovunque si tenterà di ostacolare il lavoro dei cronisti», affermano Fnsi e Cnog.

«I colleghi – proseguono – devono sapere che non sono soli. E chi vorrebbe con minacce, intimidazioni e violenze mettere a tacere i giornalisti che indagano su corruzione, mafie e malaffare deve capire che nessuna “testata” potrà impedire di illuminare quello che accade in ogni angolo del Paese. Perché un’informazione libera e autorevole è in primo luogo un diritto inalienabile dei cittadini».

L’udienza davanti al gup Maria Paola Tomaselli è fissata per martedì 23 gennaio. A rappresentare Fnsi e Cnog durante il procedimento sarà l’avvocato Giulio Vasaturo.

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link