NEWS

Diritto all’oblio, dovere della memoria

il . Recensioni

ambrosoli_sideriOggi la memoria collettiva di una società passa anche attraverso la Rete, che per molti di noi è divenuta la prima, per non dire l’esclusiva, fonte di conoscenza, il nostro luogo di archiviazione e lo spazio dove i dibattiti si formano, si alimentano e muoiono.
La Rete è però priva dell’autorità propria di una fonte storica, cambia perennemente per sua stessa natura, è condizionata dalla curiosità di chi la compulsa ma anche dalle insidie dell’esercizio del diritto all’oblio.
Quali implicazioni tutto ciò può comportare sulla memoria? Quale equilibrio può esistere oggi tra il diritto all’oblio, che è un diritto personale – quello di ogni essere umano a evolvere, a divenire una persona diversa e libera dai fatti di cui è stato protagonista – e il dovere della memoria, che è un’esigenza collettiva? L’oblio personale, di singoli pezzetti di una storia più alta e complessa, può sembrare poca cosa.
Ma sono proprio le piccole storie individuali, nel bene come nel male, a fare da architrave all’edificio, che altrimenti diventa impenetrabile.
Ebbene per capire la Storia – e non perdere la memoria – c’è bisogno di conoscere tutti i singoli ingranaggi, grandi e piccoli. Anche questo è un diritto. Il non oblio.

Umberto Ambrosoli, Massimo Sideri
Diritto all’oblio, dovere della memoria
L’etica nella società interconnessa
Bompiani, Milano 2017
pagg. 144
€ 9,00

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link