NEWS

A Malta i funerali di Daphne Caruana Galizia

Fnsi il . Criminalità

daphne caruana galiziaAlla commemorazione anche il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. Junker: «Il diritto dei giornalisti di indagare, di porre domande scomode e di denunciare è al centro dei nostri valori e deve essere garantito in ogni momento». Sull’isola lutto nazionale. A Bruxelles bandiere a mezz’asta.

Oggi, venerdì 3 novembre, il mondo saluta Daphne Caruana Galizia. «Siamo rimasti tutti inorriditi dal fatto che la nota e stimata giornalista maltese abbia perso la vita il 16 ottobre in un atto criminale di indicibile brutalità», scrive in un messaggio la Commissione europea.
La carriera di Daphne Caruana Galizia è durata oltre 30 anni. È stata una pioniera del giornalismo investigativo a Malta e «la sua capacità di accendere il dibattito – prosegue la Commissione – è la testimonianza del successo della sua attività e della sua dedizione al perseguimento della verità».
Il presidente Juncker e la Commissione europea esprimono poi «nei termini più forti possibili» la condanna del brutale gesto costato la vita alla reporter: «Il diritto di un giornalista di indagare, di porre domande scomode e di denunciare è al centro dei nostri valori e deve essere garantito in ogni momento», commentano.

In questa giornata di lutto nazionale, «i nostri pensieri e cuori sono con il popolo di Malta, e soprattutto con la famiglia di Daphne Caruana Galizia, i suoi colleghi e gli amici», conclude la Commissione.
Su richiesta del presidente Juncker, le bandiere della sede della Commissione a Bruxelles sventoleranno a mezz’asta in onore di Daphne Caruana Galizia e di tutti coloro che hanno dato la loro vita per la libertà di parola.
Sull’isola, intanto, l’unico rappresentante istituzionale presente ai funerali, personalmente invitato dai tre figli e dal marito della giornalista assassinata, è il presidente del parlamento europeo Antonio Tajani, che li aveva voluti ospiti della sessione plenaria dell’assemblea comunitaria di Strasburgo lo scorso 24 ottobre.

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link