NEWS

Rondini d’inverno

il . Recensioni

sipario-per-il-commissarioIl Natale è appena trascorso e la città si prepara al Capodanno quando, sul palcoscenico di un teatro di varietà, il grande attore Michelangelo Gelmi esplode un colpo di pistola contro la giovane moglie, Fedora Marra. Non ci sarebbe nulla di strano, la cosa si ripete tutte le sere, ogni volta che i due recitano nella canzone sceneggiata: solo che dentro il caricatore, quel 28 dicembre, tra i proiettili a salve ce n’è uno vero.

Ricciardi, con il suo animo inquieto e malinconico e quel dono, o condanna, di poter catturare le ultime parole e sensazioni delle vittime di morte violenta, in Rondini d’inverno è alle prese con l’uccisione dell’attrice Fedora Marra. L’omicidio si è consumato proprio sul palcoscenico di un teatro di varietà di Napoli, dove attori e ballerine, musicisti e pubblico sono coinvolti nella magia del sogno, là dove si va e si lavora per allontanarsi dalla realtà e non ci si aspetta l’irrompere della violenza.

Allo Splendor è il momento della canzone sceneggiata Rundinella, Michelangelo Gelmi è un attore maturo, conosciuto e amato dal suo pubblico, marito e mentore di Fedora Marra che, sulla scena, sta per abbandonarlo. Tutto è come sempre, il maestro Elia Meloni alla chitarra, l’astro nascente Aurelio Pittella al mandolino, gli spettatori ansiosi, emozionati e partecipi.

Gelmi fa partire un colpo di pistola che doveva essere a salve ma «dalla canna della pistola esce un sottile filo di fumo» e «l’attrice viene proiettata all’indietro, scomposta, i piedi sollevati da terra, le braccia larghe». La sua interpretazione della morte è ben diversa, «assai più realistica e inquietante: anche perché sul corpetto bianco del costume si allarga un’ampia macchia scura» (Rondini d’inverno, p. 25).

La bellissima attrice rimane inerte sul palcoscenico, uccisa dal suo compagno, nella vita e nell’arte, durante una scena che si ripeteva ogni sera, la più amata dal pubblico che attendeva sempre con trepidazione; fuori Napoli è malinconica, come sono malinconici i giorni fra Natale e Capodanno.

Da come si sono svolti i fatti, il caso sembrerebbe facile da risolvere. Le voci della città dicono che l’attrice tradisse il marito e fosse in procinto di lasciarlo, ma lui si dichiarai innocente. Ricciardi è perplesso e la nebbia, improvvisamente calata sulla città, rende ancora più oscuro il mistero, coinvolgendo il lettore fino ad un ultimo, drammatico colpo di coda.

Dopo il successo di Serenata senza nome, l’attesissimo ritorno del commissario Ricciardi.

Rondini d’inverno
Sipario per il Commissario Ricciardi
Maurizio de Giovanni
Einaudi Stile Libero
2017
pp. 368
Euro 19,00

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link