NEWS

18-19 novembre Premio Morrione a Trento

Premio Roberto Morrione il . Trentino Alto Adige

Venerdì 18 e sabato 19 novembre il Premio Morrione arriva a Trento per premiare le inchieste finaliste dell’edizione 2016 e per animare due giornate dedicate al giornalismo investigativo.
Il programma sarà divulgato nei prossimi giorni, ma possiamo anticiparvi che ci saranno due laboratori sul webdoc d’inchiesta e sulla video inchiesta e che durante gli incontri e le tavole rotonde parleremo e cercheremo di capire meglio:

  • il valore della verità e il ruolo del giornalismo investigativo nel dibattito pubblico attuale.
  • il tema del videogiornalismo oggi
  • la realtà del giornalismo all’interno delle carceri
  • come la stampa eviti di guardare il mondo

Abbiamo inoltre deciso di dedicare uno degli incontri a Giulio Regeni, cercando di raccontare come l’informazione stia dando, abbia dato o possa dare un contributo alla verità su questa vicenda che riguarda ognuno di noi.
Tutti gli incontri saranno aperti al pubblico e con ingresso gratuito.

Hanno già confermato la loro presenza: Paolo Aleotti, Paola Barretta, Giulia Bosetti, Toni Capuozzo, Lucia Castellano, Valerio Cataldi,  Raffaele Crocco, Antonio Di Bella, Alessandro di Nunzio, Vittorio Di Trapani, Fabrizio Gatti, Diego Gandolfo, Giuseppe Giulietti, Barbara Gruden, Stefano Lamorgese, Elisa Marincola, Azzurra Meringolo, Brahim Maarad, Riccardo Noury, Luca Rigoni, Susanna Ripamonti, Sandro Ruotolo, Giorgio Simonelli, Marino Sinibaldi, Pablo Trincia, Andrea Vianello, Giorgio Zanchini e una rappresentanza dei detenuti del laboratorio giornalistico di Bollate.

Le inchieste finaliste della quinta edizione 2016: per la categoria webdoc d’inchiesta sono in concorso “Le Altre Case di Bologna” di Sara Del Dot, Stefania Pianu, Sara Stradiotti (tutor: Valerio Cataldi) e “Roma, ultima fermata” di Federica Delogu, Emmanuele Lentini, Filippo Poltroneri (tutor: Paolo Aleotti), mentre per  la categoria video inchiesta “Le catene della distribuzione” di Leonardo Filippi, Maurizio Franco, Maria Panariello (tutor Toni Capuozzo) e “Un tratto della tratta” di Giulia Presutti (Tutor Sandro Ruotolo).

Promosso dall’associazione Amici di Roberto Morrione, patrocinato dalla Rai e dalla Presidenza della Camera dei deputati, il Premio è dedicato alla memoria e all’impegno civile e professionale di Roberto Morrione, giornalista Rai, fondatore della rete allnews Rai News 24 e di Libera Informazione, osservatorio sull’informazione per la legalità e contro le mafie.

Sono main sponsor delle giornate di Trento del Premio Morrione la RAI, la Provincia Autonoma di Trento, l’Otto per Mille della Chiesa Valdese. Il Premio Morrione è realizzato anche con il sostegno di FNSI e Usigrai.
Rainews24, Internazionale, Rai Radio3 e Atlante delle guerre e di conflitti sono media partner.

Il premio è realizzato in collaborazione con: Articolo21, Associazione 46° Parallelo, RaiTeche, Kogoi Edizioni, Il Journal, I Siciliani, Liberainformazione, Osservatorio di Pavia, Premio Città di Sasso Marconi, Report , Scuola di giornalismo Lelio Basso, Tavola della Pace, UCSI.
La giuria del premio è presieduta da Giuseppe Giulietti ed è composta da Luca Ajroldi, Federico Badaloni, Piero Badaloni, Francesca Barzini, Giuliano Berretta, Francesco Cavalli, Giovanni Celsi, Enzo Chiarullo, Giovanni De Luca, Giovanni De Mauro, Daniela De Robert, Mara Filippi Morrione, Lorenzo Frigerio , Flavio Fusi, Alessandro Gaeta, Gian Mario Gillio, Udo Gumpel, Stefano Lamorgese, Francesco Laurenti, Albino Longhi, Elisa Marincola, Lella Marzoli, Flaviano Masella, Anna Migotto, Gaia Morrione, Fausto Pellegrini, Mario Sanna, Marcella Sansoni, Barbara Scaramucci, Marino Sinibaldi, Maurizio Torrealta, Giorgio Zanchini. 

Per trovare una sistemazione a Trento, visitate www.discovertrento.it , il sito dell’Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi 

Premio Roberto Morrione

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link