NEWS

Antimafia e informazione in Basilicata

Di redazione il . Basilicata, Progetti e iniziative

Nella Lucania dei misteri, degli insabbiamenti e dei depistaggi, si procede, in questi mesi, verso appuntamenti che segneranno a fondo un territorio dove la criminalità in senso classico non è egemone, ma dove un “cono d’ombra” avvolge pesantemente la quotidiana realtà della piccola regione meridionale. Da tempo Libera Basilicata si batte per fare chiarezza sulle troppe storie lasciate in sospeso, frammentate, completamente irrisolte, che da decenni fanno capolino nella cronaca locale: il caso di Elisa Claps, emblema di questo “sistema” che non riesce a dare risposte è stato recentemente oggetto di una lettera inviata al presidente della Repubblica Napolitano.

Una missiva dove si chiede rigore e certezza, per percorrere la strada verso la verità, proprio nel momento in cui il caso, da mesi tornato alla ribalta delle cronache, mostra ulteriori lati oscuri che devono assolutamente essere sciolti. Una sfida che, sicuramente, sarà colta il 21 marzo, quando Potenza ospiterà l’annuale edizione della “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie”. Segno questo della necessità, profonda, di un confronto in una regione che spesso viene marginalizzata e che invece ha molto da raccontare. Proveranno a farlo anche i partecipanti a “Zone d’ombra – Terre di Luce”, un laboratorio di giornalismo promosso da Libera, Libera Informazione e Narcomafie. Saranno venticinque i giovani che verranno selezionati e potranno intraprendere una prima fase di studio, prettamente didattica, per poi cimentarsi in piccole inchieste sui temi di mafia e antimafia, in Basilicata (per maggiori informazioni www.liberainformazione.org), che saranno poi inserite e diffuse nel circuito associativo di Libera su tutto il territorio nazionale.

Un piccolo grande passo per accendere i necessari riflettori sulla Basilicata, un piccolo faro per mettere allo scoperto i suoi mille misteri.

Trackback dal tuo sito.

Premio Morrione

Premio Morrione Finanzia la realizzazione di progetti di video inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale. Si rivolge a giovani giornalisti, free lance, studenti e volontari dell’informazione.

leggi

Narcomafie

La rivista, realizzata in collaborazione con l’associazione Libera, è stata fondata nel febbraio del 1993, all’indomani delle stragi di Capaci e di via D’Amelio

Vai

Articolo 21

Articolo 21: giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Vai

I link